Area Login

Area Login

Il progetto

  • Orienta è un sito per l'orientamento ai giovani, creato per semplificare le loro problematiche in base alle diverse fasce d'età

Calendario Eventi

AGOSTO 2022

L M M G V S D
10 11 12 13 14 
15 16 17 18 19 20 21 
22 23 24 25 26 27 28 
29 30 31     
« Indietro  |  Avanti »
Informazioni per lo studio

Se a 18 anni ho acquisito un titolo di scuola superiore perchè ho frequentato un liceo (classico o scientiico) o un istituto tecnico (industriale o commerciale), mi si aprono due strade: o cercare un lavoro subito o continuare lo studio per trovare un lavoro successivamente. L'obiettivo che mi deve guidare è però sempre la scelta finale, cioè il lavoro. Devo pertanto chiedermi: qual'è il lavoro che desidero fare? Qual'è quello a me più congeniale? Quale sarà il lavoro disponibile quando sarò pronto per svolgerlo? Quali studi dovrò fare per svolgere con successo quel lavoro?

Non devo fare l'errore di pensare che lo studio ulteriore è un impiego e del lavoro se ne parlerà dopo. Lo studio, dopo la Scuola dell'obbligo, è uno strumento di formazione utile per trovare un lavoro; il lavoro è ciò che mi darà da vivere e io mi devo preparare per trovare quello più confacente alle mie caratteristiche e alle mie motivazioni. Lo studio mi deve aiutare a prepararmi in vista del lavoro che scelgo per la mia vita. Devo scegliere il lavoro che farò guardando costantemente la realtà del mondo del lavoro e cercando di capire come evolveranno le occasioni di lavoro nel ventaglio delle scelte che comincio a fare.

Alcuni amici hanno già scelto di fare il mestiere dei genitori, o di impiegarsi nelle organizzazioni costruite dalla famiglia, altri hanno ad esempio quello che fanno i fratelli e le sorelle più grandi, altri ancora guardano alla ristretta rosa di conoscenze del proprio contesto di riferimento.

Il consiglio è di guardarsi un po' meglio dentro, capire di più come si è fatti, comprendere per quale tipo di lavoro si è più portati, osservando contemporaneamente le opportunità di lavoro che il mondo va offrendo o suggerendo. A volte la possibilità d'impiego è dietro l'angolo, è sul nostro stesso territorio, è proprio dato dal territorio dove siamo cresciuti e stà lì ad aspettare noi.

Certo che per essere all'altezza di questo lavoro che scorgiamo possibile, ci dobbiamo preparare, dobbiamo forse continuare lo studio, ma dobbiamo noi scegliere lo studio utile e dobbiamo noi utilizzare i docenti che incontreremo per quello che ci serve conoscere, dobbiamo noi avere un piano di studio adeguato e abbeverarci con intelligenza alle diverse fonti del sapere, che siano esse istituzionali o esperenziali.

Se mi vorrò occupare di sviluppo locale, qualsiasi Facoltà sarà utile ma limitata, perchè le Facoltà sviluppano un insegnamento "funzionale", monotematica, mentre il tipo di occupazione richiede una conoscenza "trasversale".

Il consiglio che si può dare è di analizzare con attenzione le conoscenze e le competenze necessarie a svolgere il lavoro che si conta di scegliere per la propria vita e analizzare, con altrettanta attenzione, quale conoscenza e quale competenza può dare l'Università che scegliamo di frequentare, la Facoltà nella quale iscriversi, l'itinerario di studio che in essa sceglieremo di fare, sapendo bene, fin dall'inizio, che tutto ciò coprirà solo in parte i miei bisogni.